Black friday

Black Friday: l'imperdibile giornata di saldi per molti di noi

Inserito da Marketing Melissa il giorno

Il Black Friday, come è noto in tutto il mondo, è l'ultimo venerdì di novembre, viene subito dopo il Giorno del Ringraziamento negli Stati Uniti d'America.

La vera storia del Black Friday

Storicamente, il Black Friday è stato legato alla crisi economica e alle condizioni finanziarie sorte in America nel 1869, quando due detentori di monete tentarono di limitare il mercato dell'oro del paese al New York Gold Exchange acquistando quanto più metallo prezioso possibile. Con l'intenzione di aumentare i prezzi al livello di Standard, ma l'intervento del presidente Ulysses Grant ha sventato il loro piano e il mercato azionario è crollato all'istante, mandando in bancarotta migliaia di americani.
Successivamente, lo stato di acquisto e vendita si è interrotto e la merce è rimasta inutilizzata. Ciò che ha spinto lo stato ha annunciato forti sconti su beni e prodotti, e così questa tradizione è continuata. Le offerte di sconto in questo giorno vanno dal 20% al 90% .

Statistiche sugli acquisti del Black Friday

I numeri inclusi nelle statistiche dello shopping del Black Friday indicano che questa è una stagione di shopping vitale, che attira l'attenzione di tutti coloro che commerciano su Internet. Secondo il noto sito di confronto Finder, la spesa totale del Black Friday nel 2018 è stata di oltre 90 miliardi di dollari, una media di 483 dollari pro capite. Nel Regno Unito, le vendite del quarto trimestre rappresentano più di un quarto delle vendite annuali; Nello specifico, il 30% del fatturato.

Perché il colore nero?

L'origine della scelta del colore nero come soprannome per questo giorno risale al 1960 quando la polizia municipale di Filadelfia ha iniziato il colore a causa della congestione del traffico e del disordine umano nelle strade e nei negozi dove le code raggiungono un numero enorme senza precedenti, ad eccezione di questo giorno , che provoca il caos totale e la follia del popolo americano che si precipita ad acquistare la maggior quantità possibile di merci a causa quindi del colore nero indica il caos totale ovunque quel giorno.
Il Black Friday o Black Friday non è solo approvato negli Stati Uniti, ma il principio si è diffuso in tutto il mondo, come Europa e Sud America, e ha raggiunto il mondo arabo nei negozi di elettronica e nei servizi elettronici, come la vendita di domini, l'hosting e server, vendita di vestiti online e altri.

I marchi essenziali del Black Friday 2022

Quest'anno il Black Friday coincide con la data del 25 novembre, data che molte persone aspettano da mesi per approfittare dei vari sconti proposti dai brand.

Alcuni marchi sono inevitabili durante il Black Friday. Questi sono i marchi che offrono i migliori prezzi e le migliori promozioni. Tra questi troviamo: Veepee, Zalondo, Amazon, Cdiscount, Darty, Marionnaud, La Redoute e tanti altri. Questi sono i marchi essenziali dove tutti possono divertirsi!

venerdì verde

Green Friday: il nuovo Black Friday eco-responsabile

Il Green Friday è un giorno che mira a incoraggiare i consumatori a un consumo eco-responsabile, avviato dalla rete Envie nel 2017, il Green Friday si svolge l'ultimo venerdì di novembre di ogni anno. A differenza del Black Friday che incoraggia il consumo eccessivo, questa giornata eco-responsabile mira a promuovere feste "slow" impegnate nel riciclaggio. Piccoli negozi, regali artigianali o mercatini delle pulci, consigliano semplicemente di non consumarlo quel giorno, semplicemente perché è tutto così economico. Tendi a comprare molte cose di cui non hai veramente bisogno, e alla fine molte delle cose che compri finiscono nell'armadio.
Dobbiamo renderci conto che abbiamo un solo pianeta e le risorse naturali sono limitate. Ecco perché lavoriamo per proteggere l'ambiente e ridurre i rifiuti generati che finiscono per inquinare e impoverire le materie prime.

Meno consumi

Ci sono altre iniziative come Ecoalf, azienda leader che sostiene la moda sostenibile. Si tratta di non partecipare al Black Friday, anche se questa giornata può portarti entrate aggiuntive significative. I livelli di produzione e consumo che gli esseri umani stanno attualmente affrontando hanno conseguenze irreversibili. Ogni anno vengono prodotti più di 150.000 milioni di capi di abbigliamento e il 75% di essi finisce in discarica.
Semplicemente non possiamo continuare a consumare al ritmo che facciamo oggi. Dobbiamo iniziare a prendere altre decisioni prestando maggiore attenzione al nostro pianeta, perché è l'unico che abbiamo. Compra meno, ma meglio.

Industrie inquinanti e Green Friday

Molte industrie sono ancora lontane dal raggiungere un equilibrio sostenibile. L'industria della moda è la seconda industria più inquinata al mondo. Rappresenta circa il 10% di tutte le emissioni globali di carbonio. Circa il 20% delle acque reflue proviene dall'industria della moda. Oltre al costoso consumo di acqua per la produzione di indumenti e alle emissioni di anidride carbonica, si aggiunge che il suo riciclaggio non è ancora stato sviluppato.
Il tasso di riciclaggio dei tessuti è molto basso. In tutto il mondo, meno dell'1% dei materiali utilizzati per realizzare i vestiti viene riciclato e utilizzato per realizzare nuovi vestiti.

Consulta il nostro sito al link: melissashoesfrance.com

← Post meno recente Post più recente →

BLOG

RSS

Tag

Iris Apfel : Élégance Éternelle

Iris Apfel : Élégance Éternelle

Di MTI

La disparition d'Iris Apfel, survenue le 1er mars 2024 à l'âge de 102 ans, a laissé un vide immense dans le monde de la mode...

Leggi di più
Vogue, Nadine Lustre et Melissa Farah

Vogue, Nadine Lustre et Melissa Farah

Di MTI

Au cœur de Paris, le temps semble s'être arrêté pour capturer un moment d'élégance pure sur les berges de la Seine. Vogue Philippines, synonyme de...

Leggi di più